venerdì 6 gennaio 2012

Chitarra classica : impostazione

Tra le dipendenze interessanti che uno può sviluppare c'è senz'altro internet
ma indubbiamente anche la chitarra classica : l'insieme delle varie cose scatena la passione
e questo blog


Questo post mi è stato ispirato da un messaggio che ho ricevuto su youtube qualche mese fa :

"I love the setting that you use to play the guitar is so original an it gets me into what you are playing."

certo la mia impostazione piace.... e piace anche a me :
non solo permette a voi di entrare in quello che sto suonando ma anche a me.
Io sono il primo a godere.

In effetti la ricerca del piacere spinge verso uno strumento musicale più di quanto non si creda :
piacere delle orecchie nel sentire il meraviglioso suono della chitarrra classica, piacere delle dita nello schiacciare le corde...


Ma prima di godere veramente ho sofferto un po' per raggiungere una certa rilassatezza pur suonando perfettamente impostato e con il pedalino poggiapiede ( irrinunciabile a mio parere, consente di avere un rapporto d'amore fisico con la chitarra, senza nessun distacco, senza freddezze ma... de gustibus
anche qualche mio allievo usa l'ergoplay e quelle cose li, io non mi trovo, cosa volete sono antico e moderno insieme, per me sono diavolerie)


Trovare la propria corretta impostazione , naturale ma non troppo, che sia al servizio della musica
il vostro setting, il vostro set up che nel mio caso è anche un immaginario set cinematografico
dove io suono giro video, cortometraggi ( il primo dedicato a mio padre) il secondo ( che sto girando da anni e forse non finirò mai : problemi di sceneggiatura .... ne riparlerò in un prossimo post.


Impostare la mano destra : che in pratica non starà mai ferma quando sarete a un buon livello

Impostare la mano sinistra : sapete vero qual'è il dito più importante ? il pollice naturalmente.
nessuno lo dice perchè ? il pollice della mano sinistra è il dito più importante . O credete di sviluppare memoria muscolare e sicurezza con un pollice che si sposta su è giù?

e quando vi muoverete lungo la tastiera ? il pollice vi guida e un'altra cosa bella del pollice sapete qual'è ?
è che il pollice non schiaccia. O pochissimo almeno. Anche nei barrè a cosa serve schiacciare tanto?


Continuerò presto questo argomento , intanto vi lascio con il cortometraggio dedicato a mio padre che
in realtà parla anche della mia tecnica chitarristica molto più di quanto vediate, o meglio, si vede tutto
se siete capaci di cogliere : ci sono almeno venti grandi consigli in questo short movie ma molti sono un po' nascosti perchè così , essendo il regista di me stesso, mi sono divertito di più.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.