giovedì 22 marzo 2012

Your Level - Knowledge of a Piece - Guitar Athletics Form

Dear guitarists, we must consider ourselves as athletes, there is no doubt!

In playing a piece you have to consider these three factors:


1) your level

2) your knowledge of a piece

3) your current general athletic form or shape (as you've trained your fingers in the last week)



if you are about at the third level and you are studying Sor you should know the piece at least 90 percent:

And you will get it by choosing the right fingerings and using always the same.whether you read it, whether you know it by heart, your memory of touch
should be nearly perfect.
Unless you improvise, including your right hand fingering, and less you make a mistake.Also decide where to move your right hand near to the fretboard to get a sweet sound, and where to move your right hand to the bridge to sound harsh.
even better would be to decide where to play not only strong, but also where mezzoforte or plan and when the clear touch and where to use the rest stroke or the free stroke : you better decide everything.


Your score should become a real map searching the pleasure of a  good playing

But..Obviously if you want to play Asurias or Recuerdos del la Alhambra on the third level you will do nothing but evil!

You better enjoy the journey, learning the guitar with patience and discipline trying to improve every day.

First you need a good set up, would prefer to play at the same hour every day and every day the same time.Suppose you have your guitar hour a day from 5 am to 6 pm
this 
hour must now become sacred 
tell it to your friends, your parents, your brothers, your wife, your dog :
your guitar hour is now sacred, do not disturb, please.



But how increase the guitar athletic form or guitar general form?

Playing every day an hour a day for 120 consecutive days to arrive 50 or 60 percent.A good level of fitness to perform with satisfaction.


But as it gets to 70, 80 or 90 percent? I'll talk about in another post and meanwhile I mark these pages on my guitar site :

http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/righthand.htm

http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/chanstr.htm




 and this piece very useful for beginners to play, with free pdf score at my web site :
http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/danielemaglimusic.htm

mercoledì 21 marzo 2012

Livello - Conoscenza del Pezzo - Forma Atletica

Noi chitarristi dobbiamo considerarci un po' come degli atleti, non c'è dubbio.
Per suonare bene un pezzo dovete tenere conto di questi tre fattori :

1) il vostro livello

2) la vostra conoscenza di un dato pezzo

3) la vostra forma atletica o forma generale attuale ( ossia quanto avete allenato le dita nelle ultime settiane)


se siete poniamo al terzo livello e volete suonare uno studio di Sor dovreste conoscere il pezzo
almeno al 90 per cento, sia che lo leggiate sia che lo sappiate a memoria la vostra memoria del tatto
dovrà essere pressochè perfetta e questo lo otterrete scegliendo le diteggiature giuste e usando sempre quelle. 

Meno improvvisate, anche per quanto riguarda la mano destra, e meno sbaglierete.

sarebbe meglio anche decidere non solo dove suonare forte , mezzoforte o piano ma anche dove usare
il tocco libero e dove usare il tocco appoggiato.

Decidete anche dove spostare la mano destra verso la tastiera pr ottenere un suono dolce
e dove spostarla verso il ponte per ottenere un suono aspro.

Il vostro spartito dovrebbe diventare una vera mappa alla ricerca del piacere di suonare bene.

Ovvio che se siete al terzo livello e volete suonare Asturias vi fate solo del male.
Maglio godersi il viaggio, imparare la chitarra con pazienza e disciplina cercando di migliorare ogni giorno.

Ma come si aumenta la forma atletica o generale?

Prima di tutto avete bisogno di una buona impostazione , di un buon Set Up,
sarebbe preferibile suonare tutti i giorni alla stessa ora e tutti i giorni lo stesso tempo.

Poniamo che abbiate a disposizione un'ora al giorno dalle 5 alle 6 del pomeriggio
questa vostra ora deve diventar sacra.
Suonando tutti i giorni un'ora al giorno per 120 giorni consecutivi arriverete al 50 o 60 per cento.
Un buon livello di forma per suonare con soddisfazione.

Ma come si arriva al 70 , 80  o 90 per cento ? ne parlerò in un prossimo post
e intanto vi segnalo queste pagine sul mio sito :

http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/chanstr.htm

http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/righthand.htm

e questo pezzo molto utile per chi comincia a suonare :





Lo spartito gratuito di Angels si trova qui :
http://www.classicalguitarvideo.com/teachpag/danielemaglimusic.htm

lunedì 12 marzo 2012

Glenn Gould la Chitarra e Daniele Magli ( prima parte )

Se avete voglia di leggermi e di seguirmi oggi vi avviso : pensieri in libertà perchè stanotte voglio comporre
e quindi cerco di entrare nel giusto stato mentale...



Quando da ragazzino mi chiamavano Glenn Gould per via di alcuni miei comportamenti curiosi
io non sapevo neanche chi fosse : arrivavo al Conservatorio verso le sette del mattino insieme alle donne delle pulizie e mi mettevo subito a testa in giù per10 minuti, un esercizio di yoga molto utile per la concentrazione e di conseguenza per suonare la chitarra classica.

Glenn Gould l'ho scoperto molto più avanti negli anni leggendo di un pianista che per divertirsi
faceva il comico in televisione interpretando buffi personaggi comici : io mi sono fermato al cabaret
e alla musica rock eseguita di fronte ai miei compagni di Conservatorio sbalorditi .

M vengono in mente due riflessioni : la prima è che un artista racconta la sua storia quindi una storia
da raccontare ci vuole e bisogna anche vivere e essere un po' scomodi , e Glenn Gould lo era attraverso le sue bizzarrie e le sue provocazioni  ( come intervistarsi da solo nel libro " L'ala del turbine intelligente "
libro stupendo che ho letto 5 volte) .

Non si può rimanere 12 ore in casa a suonare bisogna anche vivere per essere artisti.

La seconda riflessione : noi chitarristi abbiamo molto da imparare dai pianisti .
Stavo leggendo oggi un libro sulla storia dell'interpretazione pianistica , di solito noi chitarristi
 leggiamo libri sull'interpretazione magari dei grandi direttori d'orchestra o dei violionisti
ma in realtà è soprattutto dai pianisti che avremmo da imparare.
Per esempio spesso noi chitarristi non solo non teniamo conto della filologia dell'interpretazione
ma spesso buttiamo nelle spazzature la nostra storia dell'interpretazione e i nostri grandi interpreti del passato.

Penso a come è trattato male Segovia nei forum di chitarra classica ... si è vero, ormai i forum sono frequentati solo da chitarristi dilettanti però è un'indizio di mentalità sbagliata.

I pianisti non dimenticano Glenn Gould ne Sviatoslav Richter ( a proposito, i due si rispettavano pare ).
Ma soprattutto tengono conto delle loro interpretazioni in senso storico, e il gusto si evolve come il gusto musicale di una certa epoca oggi sarebbe ridicolo come comporre musica in stile ottocentesco o barocco...

Oggi un chitarrista dovrebbe forse trovarsi un'agenzia stampa e farsi pubblicità come un cantante pop
prima ancora di saper suonare ? ecco questo non è essere artisti veri ma è ricerca di marketing
roba da pagliacci.

Glenn Gould era vero anche se forse non tutte le sue bizzarrie erano vere , forse avrebbe voluto togliersi il cappotto che indossava d'estate , chissà ma in ogni caso prima deve arrivare la musica non l'immagine.

E dallo stile di Glenn Gould io vorrei rubare qualcosa per le mie interpretazioni... certo il pianoforte consente una velocità d'esecuzione che noi chitarristi possiamo soltanto sognare.

ora scusate vado a comporre un nuovo pezzo : goodnight ( no, non è il titolo, volevo dire buonanotte in inglese )

domenica 11 marzo 2012

Suonare o Conoscere ?

Vi interessa di più suonare bene la chitarra classica o conoscere la letteratura chitarristica?

è importante che vi poniate questa domanda perchè potrebbe essere la chiave , la svolta,
per un vostro repentino miglioramento .

Le due strade sono opposte ,e a meno che voi non siate chitarristi professionisti o studenti di Conservatorio
difficilmente riuscirete a farle convivere , soprattutto se avete solo un'ora al giorno o meno da dedicare allo studio della chitarra classica.

Suonare bene significa suonare pochi pezzi molte volte al giorno.
Conoscere la letteratura chitarristica in modo soddisfacente implica più attenzioni verso lo sviluppo della
lettura a prima vista e lo studio degli urtext che non sono quasi mai le versioni più adatte ad essere suonate,
ma le più adatte ad essere studiate in quanto le più vicine alla volontà del compositore.

Se siete persone che si annoiano facilmente difficilmente diventerete virtuosi della chitarra e padroni di una grande tecnica strumentale.

La mia opinione è che sarebbe preferibile un po' di autismo per suonare bene uno strumento ma forse il suonare bene uno strumento porta alla fine a essere un po' autistici.

Qualunque sia la vostra strada l'importante è scegliere e proseguire con decisione almeno per un periodo.

Ricordate tuttavia che, non avendo fretta , è anche possibile acquisire un' ottima tecnica della chitarra classica
anche avendo solo mezz'ora di tempo tutti i giorni ( ossia tre ore e mezza alla settimana )
anche se la cosa più importante resta sempre non saltare giorni ( al massimo 21 giorni all'anno possibilmente non consecutivi )

My Logbook :every day life of a classical guitarist ( 2 )

Today I took a lot of decisions to change my life and organize my time better :

For example, I will not be present in the Classical Guitar Forum because
in the last year, I had no more time to participate in discussions.

Now I'm organizing my time playing guitar for an hour every day,
composing an hour every day, read books about music and listen to music every day.

also feel the need to devote more time to myself, taking up jogging and Yoga.

I am considering the possibility to remove some of my guitar videos from my youtube channel
so if you need some of my interpretations , to be sure download it from my page on YouTube :
http://www.youtube.com/user/danielmagli